Davide Cantoni - Les Etrangers

Wednesday 11 June 2014

Davide Cantoni

DAVIDE CANTONI
Les Etrangers

11 Giugno – 10 Ottobre 2014
Opening: 11 giugno ore 19

Davide Cantoni torna a Napoli alla Blindarte contemporanea, dopo l’importante personale “111” del 2011, con una nuova mostra che si inaugura mercoledì 11 Giugno 2014 dalle ore 19 e che sarà aperta fino al 10 ottobre 2014.
In mostra circa 10 nuovi disegni di grandi dimensioni realizzati con la ormai celebre tecnica dei disegni bruciati eseguiti con lente di ingrandimento e sole su carta, innovata da un risultato finale che avvicina il lavoro ancora di più all’estetica delle pagine di quotidiani dalle quali l’artista trae ispirazione.
Per questa nuova esposizione l’artista, italiano di nascita ma newyorkese di adozione, prende spunto dal capolavoro letterario del 1942 di Albert Camus L'Étranger (Lo Straniero). Un libro che esalta forse meglio di qualunque altro quel sentimento di indifferenza e di alienazione che in certi casi si sviluppa e si diffonde nella popolazione, e che l’artista da sempre addita molto chiaramente attraverso il suo lavoro come uno dei mali della società contemporanea.
Gli stranieri in questo caso sono tutti protagonisti di episodi di cronaca, apparsi nelle pagine di quotidiani (in primis il New York Times, ma anche altri giornali). Sono per lo più rifugiati che riescono in qualche modo a sopravvivere al disperato viaggio ed arrivano nei paesi dell’occidente, pieni di speranza per il futuro, o almeno felici di essere sfuggiti al loro passato.
I protagonisti, portatori di culture molto diverse da quella occidentale, invadono per un breve periodo le pagine dei giornali, quelle su internet o i telegiornali, arrivano alle nostre menti e a volte diventano spunto per le nostre conversazioni, ma ben presto finiscono per passare in secondo piano, fino a dissolversi di fronte alla pubblicazione di altre immagini, di altri episodi, spesso ancora più crudi, o semplicemente più recenti.
E’ proprio contro questa conseguente indifferenza di fronte all’incessante sovrapporsi di eventi, di storie, di protagonisti e di stranieri che Davide Cantoni innalza la propria arte. E’ contro queste non-reazioni di fronte all’esasperazione che l’artista, sulla scia del protagonista del citato libro di Camus, si interroga su chi siano i veri stranieri: i soggetti rappresentati nei suoi ritratti o noi che li guardiamo indifferenti?


Note biografiche

Nato a Milano nel 1965, dopo aver studiato al Royal College of Art a Londra si è trasferito a New York dove attualmente vive e lavora.
Ha esposto in numerosi spazi museali e gallerie private internazionali ad esempio in in Germania (Galerie Thomas, Dina4Projekte Munich, Kunstverein and Optisches Museum, Jena), negli Usa (Davidson Contemporary, Esso gallery, Elvehjem Museum of Art, Hunterdon Art Museum ), in Inghilterra, in Francia (Musée d'art contemporain Saint Etienne), in Svizzera (Kunstmuseum, Thun) in Asia (Daejeon Museum of Art. South Korea) ed in Italia (Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Carbone.to, Grossetti, Blindarte contemporanea, Pan, MACI Museo d'arte contemporanea di Isernia ). E' in corso la sua partecipazione alla mostra Jeunes créateurs à New York Curated by di Lòrànd Hegyi al Musée d’Art Moderne de Saint-Étienne Métropole. Tra le recenti partecipazioni: The Hunt curated by David Dixon Cathouse Funeral, Brooklyn Ny; Le Ragioni della Pittura. Esiti e Prospettive di un Medium Curated by Laura Cherubini & Eugenio Viola, Fondazione Malvina Menegaz Castelbasso, Italy.
Alla Blindarte contemporanea ha già esposto nel 2005 (mostra personale), nel 2007 (mostra personale), nel 2010/11 (mostra personele). Ha partecipato al group show “Undefined borders for unlimited perceptions” di inaugurazione dei nuovi spazi della Blindarte nel 2010.
Opere di Davide Cantoni sono presenti in numerose collezioni, tra queste: MOMA, Osram Collection, Kasen Summer Collection, MACI (Museo Arte Contemporanea Isernia), Blindarte.